Menu

Home page - Presentazione - Struttura organizzativa
 28-Gen-2012   Stampa la pagina corrente   Mostra la posizione di questa pagina nella mappa

Struttura organizzativa

Posizioni di responsabilità

Il Direttore, viene eletto con voto segreto dal Consiglio di CdS (convocato dal Decano), ha la responsabilità totale del CdS: coordinamento della parte didattica e logistica, convocare e presiedere il CCdS, supervisionare l’esecuzione dei tirocini, supervisionare la parte di erogazione della didattica, presiedere alla prova finale. Propone, inoltre, l’attribuzione dei compiti didattici ai docenti e ricercatori. In caso di assenza, gli incarichi potranno essere ricoperti da un docente, nominato dal Direttore, che ne fa la funzione.

Il Consiglio di Corso di Studi, ha la composizione prevista dal Regolamento Didattico e D.R. 636/2010. Comprende il Direttore e tutto il corpo docente integrato da una rappresentanza di 3 studenti. Il Consiglio della Scuola cura la gestione organizzativa della scuola, definisce il piano di studi della Scuola e la programmazione delle attività didattiche, propone il conferimento degli incarichi e dei contratti di insegnamento, definisce programmi e convenzioni per lo svolgimento delle attività di tirocinio, propone la stipula di convenzioni con enti o soggetti esterni volte a favorire il funzionamento della Scuola, nomina la commissione giudicatrice dell'esame finale per il conseguimento del diploma di specializzazione, assolve ad ogni altro compito ad esso attribuito dalla legge o dai regolamenti.

Nell’ambito del coordinamento didattico, il Consiglio è inoltre tenuto a pronunciarsi su integrazioni della programmazione didattica relativamente alla scomposizione in moduli didattici, alla definizione di attività di laboratorio e altre attività integrative, valutandone le priorità in base alle loro caratteristiche ed alla rilevanza e fruibilità da parte degli studenti. Partecipa infine al processo di Riesame.

La Segretaria del CdS, mantiene i contatti tra Direttore, docenti e studenti, compila i verbali del CCdS, si occupa dell’orario (in collaborazione con la CO della Facoltà), provvede a raccogliere e archiviare gli attestati dei tirocini. Provvede anche ad archiviare le copie dei verbali degli esami di profitto, di diploma e del concorso per l’ammissione alla Scuola. Gestisce parte della documentazione propria del CdS. Provvede alle convocazioni per il CCdS, per gli esami di profitto, di diploma e di ammissione al I anno. Provvede inoltre ad elaborare i dati dei questionari sulla valutazione dell’offerta formativa e a redigere un documento ad hoc da sottoporre all’approvazione del CCdS.

I Docenti sono responsabili del processo di erogazione degli insegnamenti di cui sono titolari. I compiti previsti sono quindi attività didattica, tutorato, impegni istituzionali. L’assunzione di responsabilità da parte dei docenti è documentata dai registri delle lezioni, dai verbali degli esami di profitto e dalla partecipazione alle riunioni del Consiglio.

Comitato di indirizzo: con funzione di valutazione ed eventuale aggiornamento dei fabbisogni formativi in relazione alle esigenze del mondo del lavoro. I componenti del Comitato sono il Direttore, la segretaria del CdS e due rappresentanti del mondo del lavoro.

Commissione per le convenzioni con strutture esterne al CdS: è un gruppo di lavoro costituito dal Direttore e da un docente con il compito di gestire la stipula o il rinnovo (ed eventualmente la revoca) di convenzioni.

Commissione per la distribuzione, raccolta e elaborazione dati inserimento nel mondo del lavoro: costituita dalla segretaria del CdS e un docente con la funzione di monitorare l’inserimento nel mondo del lavoro dei diplomati degli ultimi tre anni. Ha il compito inoltre di distribuire ed elaborare i risultati dei questionari relativi alle opinioni dei datori di lavoro

Commissione per il coordinamento didattico: costituita dal Direttore e da un docente con il compito di verificare la corrispondenza dei programmi e dei risultati di apprendimento specifici con quanto richiesto dalla normativa, di valutare l’adeguatezza dei contenuti e del materiale didattico ai fini dei risultati di apprendimento attesi, di coordinare i programmi dei corsi per eliminare eventuali sovrapposizioni, di definire e valutare l’adeguatezza delle tipologie di attività didattiche da adottare, di valutare l’adeguatezza e il rispetto della tipologia di attività didattica prevista e di valutare l’adeguatezza delle modalità di verifica e valutazione dell’apprendimento.

Tutors accademici per il tirocinio professionale: il Direttore e due rappresentanti mondo del lavoro (ASL 10), con la funzione di supporto agli studenti nell’individuazione della struttura presso la quale effettuare il tirocinio e di facilitazione dei rapporti con l’azienda. Con il nuovo ordinamento è prevista dal D.M. 29.03.2006 la presenza di un tutor universitario per un massimo di 3 specializzandi. Il tutor universitario è una figura universitaria o del SSN che guida lo specializzando e funge da supervisore del percorso formativo, che, contribuisce a renderli attivamente partecipi, a rimuovere gli ostacoli ad una proficua frequenza, anche attraverso iniziative rapportate alle necessità, attitudini ed esigenze dei singoli. I tutors sono designati dal Consiglio della Scuola sulla base dei seguenti requisiti: curriculum professionale, documentata capacità didattico-formativa e specifica qualificazione scientifica.

Referente SIFO: nominato dalla SIFO, uno per ognuna delle 3 Scuole della Toscana, ha il compito di coordinare i tutor delle sedi collegate della rete con il Consiglio della Scuola. Per la SSFO di Firenze un farmacista dirigente della ASL 10

Il Gruppo di AutoValutazione (GAV) Il Gruppo di Autovalutazione (GAV) del CdS è stato nominato dal CCdS del 18.5.07 con successive integrazioni in data 13.7.07, 6.4.09 e integrato con il rappresentante degli studenti nella riunione del CTO (verbale del 14.9.09) formalizzato, ai sensi del modello CRUI, nella seduta di Facoltà del 27 maggio 2005, del 28 giugno 2007 e del 16 settembre 2009. Il GAV è costituito dal Direttore e tre docenti del CdS, uno dei quali è anche un rappresentante del mondo del lavoro, un tecnico-amministrativo della Segreteria settore Scuole di Specializzazione e uno specializzando (i nominativi sono riportati in testa al presente Rapporto). Il GAV ha il compito di effettuare il processo di autovalutazione periodica del CdS che si concretizza con la stesura annuale del rapporto di autovalutazione (regolarmente inviato per posta elettronica ai docenti del CdS e agli studenti in previsione della sua discussione in sede di Consiglio di CdS). L’assunzione di responsabilità del GAV è documentata dalla partecipazione ai corsi per autovalutatori organizzati dall’Ateneo nel periodo maggio/giugno 2005, giugno/luglio 2007 e ottobre/dicembre 2011, dalla partecipazione alle varie riunioni di lavoro per la redazione del RAV, dal presente RAV, nonché dai suoi aggiornamenti con cadenza annuale.

Organi esterni che interagiscono con la gestione del CdS

Preside della Facoltà di farmacia: i compiti del Preside sono quelli stabiliti nello Statuto dell’Università degli Studi di Firenze art.17.

Consiglio di Facoltà (CdF), le funzioni del CdF sono esplicitate nello Statuto dell’Università degli Studi di Firenze art.17. Alcune di esse sono precisate ulteriormente nel Regolamento Didattico della Facoltà. In particolare, il CdF delibera su aspetti essenziali per il CdS (approvazione del Manifesto degli Studi, affidamento dei corsi, ecc.) e svolge una funzione di coordinamento ed uniformazione tra i diversi CdS attivati nella Facoltà.

Giunta, i compiti della Giunta sono individuati ai sensi del comma 6 art. 17 dello Statuto: ha principalmente funzione consultiva e istruttoria nei confronti del CdF, e la sua attività è documentata dai verbali della G stessa.

Delegato per la certificazione di qualità (DCQ) Un unico docente per tutti i CdS della Facoltà di Farmacia, con il compito di intrattenere rapporti diretti a nome di tutti i GAV con gli uffici centrali dell’Ateneo per gli adempimenti che riguardano l’adozione del sistema qualità.

Commissione orario (CO), con il compito di adeguare l’orario dei propri CdS alle esigenze degli studenti e dei docenti (a volte impegnati con diversi carichi didattici nello stesso periodo e su diversi CdS) e di migliorare l’utilizzo delle risorse strutturali e la logistica.

Polo Biomedico-Tecnologico (PBT) e Polo Scientifico e Tecnologico di Sesto (PST): L’Università di Firenze, dopo un articolato processo di riorganizzazione della propria struttura amministrativa ha costituito sei nuove strutture decentrate denominate Poli. A tali strutture, a partire dal mese di febbraio 2002, sono state trasferite competenze in materia di amministrazione finanziaria, di gestione del patrimonio e della logistica, di gestione di servizi di supporto alla didattica e agli studenti fino ad allora erogati direttamente da uffici di Ateneo.
Con delibera assunta nell’adunanza del 29 dicembre 2004 il Consiglio di Amministrazione ha individuato a regime un’organizzazione delle strutture di servizio a supporto delle unità amministrative di didattica e di ricerca articolata in 4 Poli, e precisamente:

  • Polo Centro Storico 1
  • Polo delle Scienze Sociali
  • Polo Biomedico e Tecnologico (PBT)
  • Polo Scientifico e Tecnologico di Sesto (PST)

Come recita il Regolamento dei Poli, emanato con DR n. 402 del 01/06/2005, «I Poli sono strutture di servizio, a supporto delle unità amministrative decentrate» (art.1) che «garantiscono servizi funzionali almeno in materia di: affari generali, servizi finanziari, servizi alla didattica e agli studenti, servizi alla ricerca e alle relazioni internazionali, servizi tecnici e patrimoniali» (art. 3).

Ciascuna di queste cinque aree consta poi di un responsabile e di personale tecnico e amministrativo.

«I Poli operano sotto la responsabilità e il coordinamento di un dirigente che risponde al Direttore amministrativo dell’attuazione degli obiettivi assegnatigli». (art.5) La Scuola di Specializzazione – come tutti i corsi di laurea della Facoltà di Farmacia, fa riferimento a due Poli: quello Biomedico-Tecnologico (PBT) e quello Scientifico e Tecnologico di Sesto (PST).

L’assunzione di responsabilità da parte del Polo é documentata dall’effettiva erogazione dei servizi, dalla predisposizione delle relative procedure operative, dalla funzionalità delle strutture ed attrezzature, e dai bilanci e rendicontazioni prodotti.

CSIAF (Centro Servizi Informatici e Informativi dell’Ateneo Fiorentino) (CSIAF- US), raccoglie ed elabora i dati relativi alla progressione nella carriera di studi degli studenti. Gestisce inoltre: l’accesso a Internet dalla rete di Ateneo e servizi relativi, sistemi di fonia di Ateneo, posta elettronica, spazi e realizzazioni web, corsi di formazione informatica, produzioni multimediali, licenze software, qualità e sicurezza.

La Segreteria settore Scuole di Specializzazione, opera in stretto contatto con la Direzione, si occupa dell’archiviazione e della gestione di tutti i dati relativi alla carriera degli studenti iscritti (immatricolazioni, iscrizioni, studio, trasferimenti, registrazione delle prove di ammissione, degli esami di profitto e di diploma, etc.). Dal 2002 afferisce al Polo Biomedico.

Segreteria di Presidenza della Facoltà, si occupa dell’archiviazione di alcuni documenti (per esempio delibere del CdF) di eventuali contratti di docenza e della stipula di convenzioni.

 
Home page - Presentazione - Struttura organizzativa
Marsilius - Motore di ricerca dell'Ateneo Fiorentino - logo
 
- progetto e idea grafica CSIAF - contenuti e gestione a cura della Scuola - Responsabile Tecnico del sito